Un veloce aggiornamento sulla contrattazione del 27/07/2017

Un veloce aggiornamento sulla contrattazione di ieri, 27 luglio 2017.

Causa periodo feriale e partenze imminenti, non è possibile una comunicazione più organica ed esaustiva.

Piuttosto di rinviare tutto a fine agosto, preferisco comunicare per ora almeno alcuni contenuti essenziali.

1. Partiamo con una nota positiva: la gestione della flessibilità
E’ un tema che da tempo avevamo all’odg come RSU.
Siamo arrivati ieri a firmare un accordo che modifica quello del 28 giugno 2011, riconoscendo in modo formale la possibilità di compensare l’eventuale flessibilità positiva risultante a fine mese (entro il mese successivo, naturalmente con flessibilità negativa).
In base al precedente accordo doveva invece andar persa.

2. Fondo Comune d’Ateneo, e questa non è una nota positiva
Avevamo chiesto che il CdA del 26 luglio deliberasse, finalmente, sull’ampliamento delle fonti di finanziamento del FCA.
Purtroppo non è stato così.
A fronte di una convergenza dell’Amministrazione sulle nostre richieste, il parere contrario dei revisori dei conti ha ostacolato la deliberazione.
A settembre dovremo certamente rivalutare la situazione e decidere il da farsi. La ripresa si prospetta come impegnativa.

3. Chiusura degli stabili a fine anno
Avete già visto dalla comunicazione di Gilberto Fattore che l’Amministrazione porterà nel prossimo Senato Accademico la proposta di chiudere gli stabili anche dal 27 al 29 dicembre, accogliendo l’orientamento emerso a maggioranza dalla consultazione realizzata dalla RSU.

Su tutto il resto dobbiamo aggiornarci.
Buona continuazione d’estate, che sia di lavoro o di vacanza.
Un caro saluto.
Enrico Fornoni
(coordinatore RSU)

3 commenti su “Un veloce aggiornamento sulla contrattazione del 27/07/2017”

  1. Cortesi R.S.U.,

    riguardo alla gestione della flessibilità sarebbe utile nonché necessario un esempio o più esempi che specifichino meglio come funziona la nuova compensazione.
    Così tutti potremo capire ! Ve ne saremo molto grati.

  2. Confronto con i Revisori dei Conti.
    – Si chiede un incontro vis-a-vis per poter spiegare meglio le annose questioni in sospeso che ci stanno facendo tribolare e visto che fin ora lo scambio di incartamenti non è stato sufficiente a dipanare le varie nostre situazioni, le R.S.U. possono richiedere a nome di tutti i lavoratori un incontro esplicativo con gli stessi.
    – Esempio: riguardo all’utilizzo dei Punti Organico, perché non aggiornare la metodica con cui vengono assegnati attualmente, nello specifico stiamo parlano della suddivisione delle quote destinate per PTA e Docenti?
    Un esempio sommario e grossolano: attualmente vengono così suddivisi/assegnati:
    considerando una quota intera equivalente a 8: il Personale Docente ottiene 6,5 e il P.T.A ottiene 1,5 non vi sembra un divario troppo importante? Così continuando rimarremo sempre paurosamente distaccati e tremendamente sempre più in numero inferiore senza considerare la parte economica.
    Si ricorda che è un nostro diritto poterci incontrare con i Revisori dei Conti e nel contempo vi comunico che sono disponibile come supporto… Approfittiamone… perché no!?

Lascia un commento