Resoconto Contrattazione 18/10/2019

Carissim*, ecco il resoconto della contrattazione avvenuta venerdì 18/10/2019.

ART 5 e 42 CCNL – Comunicazioni

Abbiamo chiesto la calendarizzazione degli incontri di Contrattazione, per una questione di metodo: l’ultima CCI risale ad aprile 2019. Ci invieranno una proposta da vagliare.

1)     Aggiornamento sulle progressioni PEO/PEV:

PEO:

Le domande inoltrate sono state le seguenti:

N. 76 B, N. 213 C E N. 100 D.

Il lavori della Commissione PEO termineranno orientativamente il 25 c.m..

Alla richiesta su quale scadenza sarà rispettata (il 5/11 o il 20/11/2019) rispetto alla trasmissione all’UOCC Trattamento Economico e Previdenziale per chiudere entro l’anno anche le poste economiche (arretrati dal 01/01/2019) è stata segnalata la seconda data, il 20/11/2019 per elaborare coloro che passeranno nella prima tornata nella busta paga di dicembre 2019.

PEV:

20 colleghi si sono presentati al concorso, tre si sono ritirati.

Concorrono in 17 per 8 posti: auguriamo a tutti loro il superamento della prova scritta e un buon orale, aderente alle mansioni che quotidianamente adempiono nei propri luoghi di lavoro, come recita la Legge Madia.

Queste le domande della prova scritta estratta:

– Il candidato dopo aver descritto le principali funzioni del Rettore e del Direttore Generale ne illustri le modalità di elezione e di nomina;

– il candidato descriva l’inventario dei beni di Ateneo;

– il candidato dopo aver impostato una delibera di un organo a sua scelta descriva gli elementi di un atto amministrativo.

La finestra per aprire nuove PEV termina il 31/12/2020: la Direttrice ha segnalato che ci sarà una seconda tornata che interesserà probabilmente tutte le categorie. Serve prima un’attenta analisi sull’utilizzo dei Punti Organico. 

2)     Sicurezza, squadre di emergenza e VDT:

In data 05/03/2019 abbiamo protocollato la seguente lettera RSU e RLS che non ha mai avuto risposta.

Oggi l’Amministrazione ha convocato in qualità di esperto l’Ing. Rossella Benatti.

In corsivo la lettera RSU e in grassetto le risposte alle nostre domande.

Oggetto: Richiesta aggiornamento composizione squadre, situazione videoterminalisti e defibrillatori.

A seguito di un recente incontro tra RLS e RSU siamo a chiederVi:

1)     L’elenco aggiornato, suddiviso per edificio, dei componenti delle squadre di emergenza alla luce di una maggiore trasparenza e di un’informazione puntuale ai lavoratori e secondo gli obblighi di consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, introdotti dal D Lgs 81/2008 Art. 50 comma 1) punto c: “ E’ consultato sulla designazione del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione, alla attività di prevenzione incendi, al primo soccorso, alla evacuazione dei luoghi di lavoro e del medico competente”, viste, inoltre, le recenti riorganizzazioni e le richieste di chiarimenti da parte dei responsabili di alcune strutture.

Tale elenco è già stato richiesto ufficialmente nell’ultima Riunione Periodica dagli RLS;

Sul sito unibs, all’indirizzo “Gestione dell’emergenza” ci sono gli elenchi dei nominativi divisi per struttura:

https://www.unibs.it/servizi-online/servizi-tutti/prevenzione-e-protezione/gestione-dell-emergenza

Tali elenchi sono esposti e consultabili in tutte le portinerie dei vari stabili.

C’è purtroppo grande defezione rispetto al partecipare alle squadre di emergenza e molti si vorrebbero togliere. L’impegno non è molto: 8/16 ore di formazione + 12 ore di pronto soccorso. I nuovi ingressi nelle squadre si stanno formando anch’essi. Sono i responsabili delle strutture a indicare i nomi dei componenti delle squadre. Il numero degli addetti non è “adeguato”. Ci siamo impegnati come RSU a una sensibilizzazione rispetto alla partecipazione del PTA, mentre l’Amministrazione si è impegnata a farlo con docenti e ricercatori.

2)     Un aggiornamento rispetto alla ricognizione dei lavoratori videoterminalisti ai sensi del D.Lgs 81/2008, titolo VII;

E’ conclusa a ricognizione, gli elenchi sono in mano agli RLS e la Dott.ssa Bartoli, rientrata alla maternità obbligatoria a settembre, ha ripreso la sorveglianza sanitaria dei lavoratori classificati come VDT.

3)     Il posizionamento in tempi brevi in ogni struttura di defibrillatori, argomento già affrontato con gli RLS, sempre in Riunione Periodica.

I defibrillatori sono arrivati ed entro fine anno i 15 volontari saranno formati e pronti.

3)     Avvio dei nuovi corsi di laurea

La RSU segnala che ad Agraria si sono iscritti 150 studenti: a ridosso di settembre mancavano ancora sedie e strutture. Questi studenti fanno lezione in un seminterrato, un’aula polifunzionale del CEDISU, la cui capienza è al limite.

La Prof.ssa Speranza segnala di esserne a conoscenza e che purtroppo fino a quando non si è approvato l’avvio dei corsi non si è potuto procedere con strutture ed arredi: sono operazioni di lungo termine e bisogna mettere in conto i tempi di adattamento. La Direttrice ha segnalato che procederanno con un sopralluogo e che c’è in essere una convenzione con l’Istituto Pastori per far accedere gli studenti di Agraria ai laboratori.

Gli studenti di Farmacia non hanno problemi rispetto alle strutture.

4)     Stabilizzazione precarie

La Direttrice segnala che saranno stabilizzate entro l’anno: il laboratorio di citogenetica ha terminato dal 01/07/2019 le attività assistenziali, ma le attività di ricerca nei laboratori procedono.

5)     Punti organico 2019 e concorsi

I punti organico sono arrivati:

PO 5,8

PA 5,58

RTDB 2,5

PTA 6,21

L’Amministrazione ha segnalato di aver effettuato una ricognizione per capire le strutture maggiormente in sofferenza, riconoscendo che sono molte, per collocare i vincitori dei concorsi in essere e quelli a venire.

Abbiamo ricordato che dal 2010 al 2017 abbiamo visto cessare n. 80 unità di personale a fronte di sole 22 assunzioni.

6)     Premio Innovazione e incremento Fondo Benefit anno 2018 e 2019

La RSU ha segnalato all’Amministrazione che i soldi per i Benefit non sono sufficienti, mancano circa 5/6.000,00 € per coprire tutti gli aventi diritto che hanno presentato domanda sulle spese sostenute nell’anno 2018.

Non essendoci limiti di Bilancio, l’Amministrazione si è impegnata a recuperare le risorse necessarie.

Altra questione è quella dell’incremento del Fondo Benefit anno 2019.

La RSU ha precisato che l’aumento dell’importo sul conto Benefit era condizionale all’accettazione dell’istituzione del Premio Innovazione.

Senza tale aumento, in attuazione dell’accordo, viene meno l’accordo stesso sui progetti: l’Amministrazione ha confermato la volontà di coprire per quest’anno tutte le richieste e di volere incrementare per l’anno prossimo la dotazione del fondo benefit.

7)     Funzioni specialistiche

Forse non tutti sanno che le funzioni specialistiche, come le indennità di responsabilità C e D, come i turni di reperibilità ICT e AES e l’indennità autisti vanno a gravare tutti sul Fondo Miglioramento Servizi nelle poste fisse, le stesse che “congeleremo” per le PEO 2019 e 2020.

A questo punto, alla luce del fatto che nel 2018 è stato sforato il limite da CCI di circa 2.500,00 € per pagare le funzioni specialistiche, abbiamo chiesto che quest’anno non si sfori il tetto e che vengano risparmiati 2.500,00 € per restituire il di più speso nel 2018. Le Risorse Umane effettueranno due conteggi e ci faranno sapere.

8)     Smart Working

Abbiamo chiesto i termini di attuazione degli accordi di lavoro agile.

Sono giunte 21 domande a fronte di 50 posti.

La commissione è stata nominata e la DG prevede la firma dei contratti con decorrenza 01/01/2020.

La Direttrice ha inizialmente espresso perplessità rispetto al concedere il lavoro agile ai responsabili delle strutture: la RSU ha precisato che l’esclusione di queste figure non è affatto prevista dalla Legge e configurerebbe pertanto un’inaccettabile discriminazione. La Direttrice ha accettato la formula dell’accesso all’istituto di lavoro agile senza discriminazioni in base alle posizioni, con riserva di valutare gli esiti dopo un periodo di sperimentazione.

9)     Modifiche allo Statuto

La Prof.ssa Speranza ha comunicato che la commissione sta procedendo nei lavori e due PTA ne sono membri.

Abbiamo auspicato, come già illustrato al Rettore in campagna elettorale, una maggiore rappresentatività del PTA negli organi d’Ateneo e il voto ponderato per l’elezione del Rettore.

Prevedono di presentare il nuovo Statuto in Senato Accademico ad inizi 2020.

10)  Contrattazione integrativa: Graduazione posizione EP

La Direttrice ha reputato necessario rivedere le graduazioni del personale EP.

Gli elementi analizzati saranno i seguenti:

1)     Grado di responsabilità (… anti-corruzione, procedimenti a rischio, ecc ecc )

2)     Complessità organizzativa

3)     Correlazione delle funzioni agli obiettivi strategici (esempio: aumento dell’FFO)

Gli EP, ha continuato, nascono con la funzione tipica del coordinamento, è questo lo sguardo per le graduazioni delle posizioni. Ci sono numerosi EP che non rivestono appieno questa funzione. La Direttrice ha espresso l’avviso che un EP dovrebbe avere assegnato il coordinamento di almeno due uffici.

Ha poi accennato a una delibera del 2019 della Corte dei Conti che parla di un tetto unico per dirigenti e personale. Abbiamo chiesto di inviarcela per analizzarla.

L’amministrazione ci ha segnalato la volontà di intervenire sulla graduazione delle posizioni EP. Attendiamo che venga formalizzata una proposta, così da poter affrontare il tema in assemblea con i lavoratori. 

11) Contrattazione Integrativa su Ripartizione Fondo Dirigenti

A seguito della lettera inviata dalle OO.SS. inerente il seguente argomento in data 18 Settembre 2019, il Consiglio di Amministrazione di Ateneo ha deliberato in merito ai seguenti 2 punti:

a)     Rideterminazione del Fondo per la retribuzione di posizione e di risultato dei Dirigenti ai sensi dell’art.47 del CCNL del 8 luglio 2019 ;

b)    Graduazione delle posizioni dirigenziali ai sensi dell’art. 48 del CCNL 8 Luglio 2019 relativo al personale  dirigente dell’Area dell’Istruzione e della ricerca .

In conseguenza della mancata risposta da parte dell’amministrazione alla richiesta del 2 Ottobre c.m, le OO.SS. territoriali  hanno rammentato che il CCNL Area Dirigenza Istruzione e Ricerca 2016-2018, di recente approvazione prevede che siano oggetto di contrattazione le materie di cui all’art. 7.

Ritengono comunque insoddisfacenti le motivazioni ritenute esaustive dalla parte pubblica e fornite in merito durante l’incontro di contrattazione.

Buona giornata e buona settimana

La RSU  

   

Lascia un commento