Rispondi a: Quale considerazione per il contributo del PTA in università?

Home Forum Proposte di Discussione Quale considerazione per il contributo del PTA in università? Rispondi a: Quale considerazione per il contributo del PTA in università?

#757
AvatarVassalini Celso
Partecipante

Cortesi Colleghi/e,
Si chiedono notizie e aggiornamenti, nonché i vari ordini del giorno discussi nelle ultime recenti riunioni avute con Amministrazione, inoltre si chiede di avere in visione/lettere che avete inoltrato alla Governance…!
E si chiedono notizie dei regolamenti e Circolari che “ricevuti”.. sono in essere o sono sospesi..!?!
Anche perché sul nostro portale famigerato programma presenze “che non funziona” non vedo aggiornamenti con i nuovi riferimenti al CCNL ..?!?
Rimaniamo in attesa di essere aggiornati…..
Cordiali saluti dalla sentinella “democratica”.
V.C.
_____________________________________________________________________________
Promemoria “di storia recente” per non dimenticare Enrico Fornoni
Cari colleghi della RSU, ormai il tempo ci è nemico…
si potrebbe cominciare col pensare e preparare una bozza di Piattaforma da presentare al prossimo incontro di contrattazione del 28 c.m. (cioé tra una settimana)
1) Ipotesi nuova impostazione dell’attuale pagellina schizofrenica sia per chi deve valutare che per il c.d. valutato.
2) Ipotesi di istituire una banca dati di percorso formativo e professionale di ciascun dipendente T.A. utile nel ricavare il profilo professionale in continua evoluzione, utile nei concorsi, utile negli automatismi da concordare e cioè chi raggiungerà un certo punteggio automaticamente potrà avere un passaggio/orizzontalità.
3) Nuova ipotesi di riorganizzazione; ovvero collocare le persone con le giuste competenze oppure formare/aggiornare/informare alle nuove direttive riorganizzative.
4) Ogni individuo che casualmente fosse stato miracolata attraverso sanatorie.. concorsi vari… e oggi si trova in livelli superiori alle proprie capacità sia comunque collocata in maniera dignitosa ad attività più inerenti con la propria preparazione, evitando così di vedere gente abbandonata e lasciata ad una morte mentale sicura.
5) Non voglio essere venale ma servono risorse nuove per le orizzontalità, verticalità, e responsabilità piccole e grandi che il contratto continua ad urlare di applicare considerando che il nostro Contratto Nazionale è bloccato dal 2008 ad oggi e quindi non perdiamo altro tempo e vi esorto e vi ricordo che esiste la contrattazione decentrata dove possiamo portare a casa dei miglioramenti per lo meno a pari merito di tutti gli altri atenei, non coccoliamoci su un ipotetico contratto futuro che se va bene verrà applicato nel 2019!
6) Rivedere i colleghi all’interno del nostro Ateneo che abbiano una Laurea venga inquadrata automaticamente in verticale fino all’area D previa prova idoneativa e/o colloquio per verificare se il soggetto è interessato alla proposta.
7) abolizione/annullamento del CRAL recuperando così i 50.000 € del budget da destinare alle orizzontalità anche perché sono decine di anni che ne usufruiscono solo e sempre i soliti.
8) Per la disponibilità dei centri estivi e asili nidi rigorosamente verificare il reddito dei richiedenti cioè a seguito di presentazione di ISEE e proporre un tetto cioé coloro che superano i 30.000 € di reddito complessivo non ne avranno diritto e con questo risparmio, altri soldi per le orizzontalità.
9) Nel budget BENEFIT prevedere il rimborso per gli interessi passivi da mutui per prima casa.
10) Prevedere nel nostro bilancio un nuovo capitolo prestiti per la prima casa con un tasso netto all’1%.
11) Ricordo e non dimentico che è stato promesso di modificare lo Statuto e di allargare la partecipazione nei vari ambiti del personale tecnico-amministrativo. inoltre si precisa che la presenza di rappresentanza studentesca all’interno dei vari organi non ci sembra idonea, non hanno preparazione per comprendere quanto viene discusso-proposto.
12) E molte altre cose che serberò per le prossime settimane.
Con lo spirito di liberazione……liberiamoci da questi grossi annosi fardelli e da dubbi di azione, liberatevi da ciò che vi pesa…. Questo è il significato del 25 Aprile!!!
Liberatevi dalle vostre angosce… e fatene tesoro dei suggerimenti che vi vengono proposti!
Cari colleghi delle RSU vi confesso che Landini Segretario della FIOM mi ha spaventato per la sua presenza inidonea col mondo universitario.
Considerazioni sulla ripartizione Conto Terzi (in generale)
Innanzitutto bisogna partire a monte, ovvero rendere pubblico/trasparenza di come viene riempito inizialmente il Fondo Conto Terzi.
Poi da lì, capire la ripartizione in base al Regolamento conto terzi di UNIBS con le sue eventuali modifiche/aggiornamenti…
Poi sarebbe il caso di rendere pubblica la griglia con le regole di ripartizione del fondo!
Ovvero tutte le ripartizioni, fatte a seconda delle diverse figure/voci che lo compongono.
Sicuramente vi sarà già una griglia predisposta, che l’Ufficio risorse economiche/contabilità starà già utilizzando per fare questa suddivisione/ripartizione…
Rimaniamo in attesa di trasparenza prevista da una legge grande come un condominio…
Per capire tutti finalmente come viene gestito questa ripartizione/conteggio individuale
Anche per capire come potersi muovere di conseguenza…
Voi siete responsabili e siete nostri eletti/rappresentanti e siete tenuti a rispondere, non avete un po’ di pietà per il personale…?!
Esempio voci da proporre alla nuova Governance:

1) BENEFIT rimborso interessi passivi su mutui prima casa;

2) BENEFIT attività motoria (es palestra, piscina, yoga, ecc..) per il benessere psico-fisico del lavoratore-lavoratrici fino ad un massimo di € 150 /anno;

3) BENEFIT attività formativa-professionale (utile per una motivata crescita professionale) fino ad un massimo di € 450/anno;
4) Rispetto del Contratto in riferimento ai Concorsi PEO (Orizzontalità) e Verticalità impegnando nuove risorse. E’ possibile visto che per le carriere dei Docenti le risorse sono state trovate negli ultimi due anni?
5) E’ possibile avere una piattaforma in trasparenza di tutte le nostre crescite professionali? Utili sia per eventuali riorganizzazioni e nuove ipotesi e programmi futuri dell’Ateneo, visto che ad oggi non esistiamo ma si va solo per riportato da qualcuno… e questa non è trasparenza ma crea solo malessere e mancate opportunità per il PTA.
6) Fondo comune di Ateneo e Regolamento Conto Terzi:
Faccio presente, nel rispetto democratico dell’Assemblea in merito alla posizione della R.S.U. sulla revisione del Regolamento del Conto Terzi dell’ultima bozza: 6 novembre 2017 che manca chiarezza (bisogna prevedere con precisione e trasparenza che vi sia un articolo nuovo che specifica il conteggio ovvero come viene ripartito tale fondo e nell’insieme salvaguardare la quota per il PTA e successivamente ripartire quanto rimane del fondo. E’ la prima scrematura che conta e che qualche manina furbesca vorrebbe modificare con svantaggio enorme per tutto il PTA!
Bisogna prestare attenzione su quanto è stato finora conquistato per il PTA e semmai aumentare la quota del 30% del fondo spettante al PTA portandola al 50%!!
Sarebbe utile che venisse dettagliato il conteggio e riportato in trasparenza sul nostro portale!
Sarebbe utile anche che vi fosse riportata una chiara scaletta di cosa si intende per conto terzi ovvero una sintesi delle voci che lo compongono/riempiono.
Sarebbe utile che nel Regolamento conto terzi, venisse salvaguardato il principio che, ogni prestazione piccola o grande, individuale o di gruppo debba essere inserita su quanto percepito realmente nel Fondo Conto Terzi, visto che chi onorevolmente effettua una prestazione lo fa spesso utilizzando i titoli dell’Ateneo e non solo.

7) Fondo comune di Ateneo:
Non è bene anche prevedere un adeguamento del Fondo Comune di Ateneo trovando risorse nuove?
Esempio la voce del 5 per mille che l’Ateneo percepisce dalle denunce dei redditi, una parte potrebbe essere impegnata per le Risorse Interne del PTA.
Esempio non è possibile prevedere gettoni presenza per il personale PTA che partecipa alle varie Commissioni visto che in arriva un contributo economico da chi si iscrive/partecipa?

8) Riconoscimento Professionale del PTA:
E’ arrivato il momento di sistemare finalmente tutti i dipendenti che hanno acquisito una laurea con un inquadramento immediato nel profilo previsto dal Diploma in possesso. Lo fanno in tutte le sedi della PA che si rispettino… e qui?

9) Houston chiede aiuto!
Non sarebbe utile affiancare un Consulente del lavoro in contrattazione decentrata che possa darci una mano professionalmente nel districato giuslavorismo? Visto che amaramente abbiamo perso negli ultimi 8 anni molte opportunità, visto che il nuovo contratto sarà irto soprattutto nella parte giuridica!

Non ritengo invece democratico e sicuro, come è stato fatto finora, doversi iscrivere ad un portale (gestito dalle RSU) che pochi solo vedono e gestiscono e discutere ed esporre tematiche di interesse di tutto il Personale!
Cordiali saluti dalla sentinella “democratica”.
Celso V.
Ecc… ecc…

Il Sito della RSU dell'Università degli Studi di Brescia