Contrattazione dell’11/02/2019

Carissim*, di seguito due cenni rispetto alla contrattazione tenutasi lunedì scorso.

1) Regolamento Smart Working: Il lavoro agile è Legge dello Stato: uscirà a breve il regolamento, seguito da un bando, che permetterà ad almeno il 10% del PTAA di usufruirne, se il proprio lavoro risulterà essere telelavorabile e se sussisteranno i requisiti.
2) FMS anno 2018Le PEO partiranno con decorrenza 01/01/2019: abbiamo firmato un accordo, affinchè i 138.000 € accantonati siano distribuiti a giugno 2019 con il saldo FMS 2018.Sono quasi ultimati i criteri per poter far uscire il bando.
3) Congedo parentale ad oreAbbiamo firmato un accordo e sarà possibile usufruirne ad ore e non più solo a mezza giornata a decorrere dal 01/03/2019.
4) Regolamento Incentivazione Funzioni Tecniche a seguito dell’entrata in vigore del Codice degli Appalti.Abbiamo firmato un accordo e uscirà a breve il regolamento che ha accolto il parere espresso dalla RSU.
5) Regolamento FormazioneNon si è ancora aperto alcun confronto con la parte sindacale.Non è previsto dal CCNL il parere RSU sulla formazione, non è più oggetto di contrattazione.Sono oggetto di confronto, però, le linee generali dei piani per la formazione del personale (art. 6 c. h)In CCI abbiamo chiesto di illustrarci le linee: la DG ha detto che lo farà alla prossima contrattazione.Auspichiamo per il futuro, l’osservazione delle clausole di raffreddamento. 

Art. 8 CCNL 
Clausole di raffreddamento

  1. Il sistema delle relazioni sindacali è improntato a principi di responsabilità, correttezza, buona fede e trasparenza dei comportamenti ed è orientato alla prevenzione dei conflitti.
  2. Analogamente, durante il periodo in cui si svolge il confronto di cui all’art. 6 le parti non assumono iniziative unilaterali sulle materie oggetto dello stesso.

6) Approvata la ripartizione proposta dal CUG sui fondi previsti per le azioni positive.
Altri sono stati i temi accennati o rimandati.Avremo modo di riferirveli: lo studio è tanto ed intenso e il lavoro pure. Scusate l’estrema sintesi. Katia per la RSU

Lascia un commento