Comunicato RSU n. 9 – 2016

Diamo un aggiornamento su alcuni dei principali temi aperti in questo momento, anche con riferimento all’incontro di contrattazione dello scorso 12 luglio.

Ipotesi di Accordo ed Accordi firmati il 12 luglio
Abbiamo firmato un accordo correttivo di quello già concluso il 4 maggio relativamente ai benefits 2015; fermo restando lo stanziamento complessivo di 110.000, si è rivista la suddivisione tra le diverse voci, al fine di garantire un budget sufficiente per la copertura dei contributi per il trasporto pubblico.

Inoltre sono state siglate due ipotesi si accordo:
La prima relativa alla conferma del progetto di assistenza sanitaria integrativa per i prossimi tre anni.
Al riguardo evidenziamo che i dati sulle prestazioni erogate nel primo semestre documentano un uso intensivo del servizio; per questa ragione il nuovo bando prevede un sensibile aumento del premio pro capite (la base d’asta passa da 180 a 240 euro); diversamente il servizio non potrebbe essere sicuramente mantenuto ai livelli di quest’anno (che era stato espressamente previsto come periodo di sperimentazione).
La seconda relativa alla modifica del Regolamento Conto Terzi, al fine di assorbire nella quota Fondo comune di Ateneo il 2% attualmente destinato a “spese generali di amministrazione del dipartimento”.
Si tratta di una prima, parziale, compensazione delle riduzioni intervenute sul FCA e già note a tutti (con effetto a partire dal FCA 2016, liquidato nel 2017).

Fondo Comune d’Ateneo e mobilitazioni
Abbiamo appena detto dell’ipotesi di accordo sul Regolamento Conto Terzi; non ci sono al momento ulteriori novità sul FCA. Come ricordato anche nell’ultima assemblea, si tratta di un tema complesso che andrà certamente ripreso a settembre. Abbiamo valutato che non ci fossero i tempi necessari per organizzare una mobilitazione entro l’estate; ma anche da questo punto di vista il tema rimane evidentemente aperto.

Striscione RSU
Nel frattempo ci siamo provvisti dello striscione. Dalla sottoscrizione sono finora arrivati 142 euro, a fronte di un costo che alla fine è stato di 122 euro. Ma altri contributi sono annunciati. Useremo il sito (unibsrsu.it) per rendere conto in termini puntuali della situazione della cassa RSU.

Striscione Verità per Giulio Regeni
Il tema, affrontato anche nell’ultima assemblea, è al momento in una situazione di stallo.
Era stato chiesto (da Ugo Giugni e Stefano Buzi, rappresentante degli studenti) di discuterne nella seduta del Senato Accademico del 18 luglio. Ma non è risultato possibile farlo.
Ci riserviamo di valutare gli ulteriori passi utili a raggiungere anche questo obbiettivo (esporre lo striscione sulla facciata del Rettorato, come ulteriore manifestazione della convinta adesione dell’Ateneo alla campagna, in un momento in cui vanno intensificati gli sforzi perché la richiesta di verità non cada nel vuoto; rischio – questo -tutt’altro che remoto).

Consigliere/a di Fiducia
Senza entrare in dettagli tecnici, informiamo che prosegue il percorso per arrivare alla nomina del Consigliere/a di Fiducia, figura prevista dal Codice di condotta adottato a maggio. Nella contrattazione del 12/7 abbiamo dato il nostro parere sui criteri per la selezione del professionista a cui assegnare l’incarico.

Iniziativa sulle situazioni di sottoinquadramento
Informiamo infine che negli ultimi mesi, ai tavoli di confronto con l’amministrazione, abbiamo più volte ricordato le situazioni di sottoinquadramento presenti in Ateneo, con particolare riferimento alle molte assunzioni fatte per alcuni anni nella categoria B3.
E’ un tema su cui da settembre intendiamo sviluppare la nostra iniziativa, pur nella consapevolezza dell’estrema difficoltà del problema, dopo la legge Brunetta del 2009. A nostro avviso va fatta una ricognizione organica di queste situazioni, con l’obbiettivo di utilizzare al meglio la possibilità di mettere a concorso posti riservati in occasione di nuovi concorsi per esterni.
Brescia, 22 luglio 2016

4 commenti su “Comunicato RSU n. 9 – 2016”

  1. Cortesi Colleghi e Colleghe delle R.S.U.,
    mi aggancio all’ultimo vostro comunicato risalente al mese di luglio, per chiedere notizie riguardo alla Contrattazione Decentrata.
    Gradirei sapere se vi saranno imminenti incontri e in caso affermativo conoscerne l’ordine del giorno, in quanto avrei piacere condividere con Voi idee e possibili iniziative a favore di tutto il personale.
    Attendo Vostra gradita risposta per confrontarci se possibile.
    Grazie.
    Condivido quanto sensibilmente Luisa Massardi ha fatto presente, la verità non può venire meno.

    1. Ieri si è svolto un incontro di contrattazione decentrata, con l’ordine del giorno che riporto qui sotto.
      Al momento sono in corso di stesura i testi degli accordi / ipotesi di accordo siglati.
      Seguirà come di regola un’informativa sui diversi temi.

      Se vi sono proposte è sempre possibile ed opportuno farle pervenire alla RSU, i cui tempi di discussione ed elaborazione non sono così facilmente programmabili.

      Un cordiale saluto.
      Enrico Fornoni

      1) Comunicazioni dell’Amministrazione.
      2) Rimodulazione Azioni positive anno 2016.
      3) Sussidi economici al personale: avanzo budget 2016 e discussione budget 2017.
      4) Buoni pasto.
      5) Indennità per interim del personale con incarico di responsabilità.
      6) Fondo Comune di Ateneo e introiti da concessione spazi universitari.
      7) Suddivisione Fondo per il salario accessorio 2016.
      8) Incarichi per funzioni specialistiche.
      9) Prevenzione e sicurezza.
      10) Varie ed eventuali.

      1. Cortese Coordinatore R.S.U.,

        i suggerimenti sarebbe utile raccoglierli PRIMA degli incontri.

        Inoltre all’ordine del giorno dell’ultima Contrattazione Decentrata avvenuta ieri sono stati discussi e concordati punti che sarebbe stato utile nonché indispensabile sentire e condividere commenti e suggerimenti da parte dei Colleghi in maniera preventiva, punti all’O.D.G. importanti che ricadranno sulla nostra vita lavorativa futura all’interno del nostro ambiente lavoro, già provato e derubato economicamente oltre che moralmente.

        Spiacenti per non averci dato la possibilità di esprimerci su argomenti così importanti discussi ieri.

        1. Un paio di considerazioni di metodo mi sembrano opportune:

          – la definizione degli ordini del giorno degli incontri di contrattazione avviene con un breve anticipo sugli incontri stessi;
          – è del tutto irrealistico pensare di poter aprire un confronto allargato, che sia autentico, in tempi così stretti; è già un bell’impegno riuscire a fare elaborazioni condivise all’interno della RSU;
          – ma se colleghi/e hanno riflessioni o proposte sulle diverse tematiche sindacali, possono farcele avere in qualsiasi momento, non appena sono disponibili; questo è il modo migliore per consentirci di utilizzarle al meglio nella discussione all’interno della RSU.

          – come sempre è avvenuto, gli esiti della contrattazione saranno oggetto di discussione/verifica in assemblea.

          Cari saluti.
          Enrico

Lascia un commento