Benvenuto al nuovo Rettore

Chiarissimo Prof. Tira,

a nome della RSU, e sperando di riuscire ad interpretare i sentimenti più diffusi tra il personale tecnico-amministrativo, le do il Benvenuto nel suo nuovo ruolo di Magnifico Rettore del nostro Ateneo.

Non vogliamo che il nostro saluto resti sul piano della pura formalità. Preferiamo accoglierla con qualche riflessione su alcuni temi di fondo che noi riteniamo essenziali.

La sua elezione arriva al termine di una campagna elettorale in cui, non pochi e non lievi, si sono palesati i segnali di un clima pesante, di tensioni e conflitti che da tempo hanno raggiunto livelli e forme preoccupanti; non sarà un caso se la parola veleno è stata spesso utilizzata dai cronisti che l’hanno raccontata.

Partiamo da qui perché crediamo che solo prendendo atto dei problemi con onestà intellettuale e con coraggio si possano avviare percorsi virtuosi di costruzione e – dove serve – anche di riparazione e rigenerazione, facendo leva sulle energie sane e positive che certamente non mancano ma che non di rado si sono sentite mortificate.

Ci auguriamo che tra sei anni, alla scadenza del suo mandato, oltre agli obiettivi raggiunti all’esterno – che ci auguriamo importanti e numerosi – si possa registrare anche un clima interno di diversa qualità.

Sarebbe un risultato davvero confortante per lei e per tutta la comunità universitaria.
Fra pochi mesi, infatti, lei avrà il potere più alto e quindi la più alta responsabilità, ma ogni risultato che non voglia restare effimero non potrà essere conseguito senza un forte coinvolgimento di tutte le componenti dell’Ateneo.

Confidiamo che lei voglia con convinzione sollecitarlo e che tutti (personale docente, PTA e studenti) vogliano rispondere positivamente e generosamente, senza nascondersi in una comoda attitudine alla delega.

Quanto ai temi che più strettamente riguardano il personale che sindacalmente rappresentiamo (le retribuzioni, la prevenzione e la sicurezza, l’organizzazione degli uffici, gli inquadramenti, la formazione, ecc.): non è questa la sede per entrare nel merito. Ma confidiamo di poterla incontrare presto – certamente prima del suo insediamento – per un primo confronto non troppo superficiale, così da poterle fornire tutti gli elementi a nostro avviso necessari per impostare un proficuo lavoro.

Le rinnoviamo il nostro Benvenuto, assicurando che da parte nostra ricercheremo un confronto sempre leale e costruttivo. Se ci troveremo su posizioni distanti cercheremo di non farle sconti, perché da parte nostra non abbiamo sconti o favori da chiedere. Ma certamente può contare sul fatto che eviteremo ogni strumentalità, che inevitabilmente inquina il merito dei problemi, allontana la loro soluzione e determina un contesto opaco, esattamente il contrario di quello che serve.

Buon lavoro, a lei Prof. Tira ed a tutti noi!

per la RSU, il coordinatore

Enrico Fornoni

Brescia, 11 luglio 2016

Un commento su “Benvenuto al nuovo Rettore”

  1. Cordialmente invio al nuovo Rettore Professor Maurizio Tira sincere congratulazioni per il nuovo e prestigioso incarico.
    Credo che l’Università degli Studi di Brescia debba tornare ad essere un riferimento importante per il territorio e lo sviluppo economico, sociale e culturale della Lombardia Orientale e torni a credere in quel valore tanto invocato dagli studenti, dal personale Tecnico-Amministrativo e dai Docenti-Ricercatori: quello del dialogo e del confronto.
    Mi rendo e ci rendiamo disponibili ora come in passato a collaborare nella condivisione della natura pubblica dell’Università, del suo ruolo sociale e del suo governo democratico e partecipato.
    Rinnovo al nuovo Magnifico Rettore Professor Maurizio Tira auguri di buon lavoro in un clima sereno e proficuo.
    Celso Vassalini
    (Componente rappresentante votato dal Personale Tencnico Amministrativo nel Consiglio di Amministrazione UniBS dal 1993 al 2010).

Lascia un commento