Aggiornamento sulle istanze VDT

Aggiornamento sulle istanze VDT 20/03/2017

1.
Facendo seguito alla comunicazione di venerdì 17, trovate nel link di seguito la risposta del Magnifico Rettore sulla questione VDT.

Non possiamo che esprimere apprezzamento per la celerità, in questa occasione, della risposta e per il suo contenuto.
Confidiamo che da qui in avanti si possa procedere nella costruzione di una gestione diversa su tutte le tematiche in materia di Salute e Sicurezza.
Continueremo a lavorare a fianco degli RLS, chiedendo un pieno riconoscimento del loro ruolo.

Mi pare utile linkare il Comunicato del 28 aprile 2016, in cui invitavamo “ciascun lavoratore e ciascuna lavoratrice a fare una serena e responsabile valutazione della propria situazione lavorativa”.
Alla medesima serenità e responsabilità invitiamo ora i/le responsabili a cui viene richiesto un parere sulle istanze presentate.

RSU e RLS continuano a rimanere a disposizione di tutti/e per ogni chiarimento che risultasse necessario.
2.
Colgo inoltre l’occasione per ricordare brevemente che la RSU è a disposizione anche per riunioni sindacali in cui affrontare situazioni specifiche di criticità di singoli uffici, settori, ecc.

Questa disponibilità dovrebbe essere già nota.
Ma ci sembra importante ribadirla, per ora con questo stringato promemoria.
Contiamo poi di poter tornare più diffusamente sul tema.
Un caro saluto.
Enrico Fornoni
(coordinatore RSU)

Comunicato N. 5 2016 – materie relative a salute e sicurezza

Un commento su “Aggiornamento sulle istanze VDT”

  1. Mi sono spesso definita un’operaia della macchina pubblica (l’immagine del mulo è stata per mesi l’immagine scelta nel profilo delle e-mail di me e dei miei colleghi d’ufficio), che macina in catena di montaggio.
    Ciclicamente questa cosa mi ha creato acuta sofferenza e come a me a molti “compagni di catena”, non solo nel mio servizio/ufficio, perché non eravamo in grado di garantire quella qualità e quella professionalità che dopo vent’anni, tuo malgrado, inevitabilmente acquisisci.
    Il ritorno del senso l’ho trovato, come sempre, nell’intensità delle relazioni, nel sostegno reciproco, nella stima e nella fiducia manifestate in questi anni.
    Il sentirsi parte integrante di una comunità, quella universitaria, nello specifico, sarebbe un carburante motivazionale senza precedenti per le api non regine.
    Auspico che il desiderio e la volontà di creare un percorso condiviso tra le varie componenti divenga tema di riflessione e di azione programmata. Ne usciremmo un po’ più “ricchi” tutti/e.
    Buona serata
    Katia dc

Lascia un commento